Mobilità aziendale sostenibile: incentivi, spunti e iniziative

Una mobilità urbana efficiente passa anche da una mobilità aziendale sostenibile. Ecco qualche esempio di iniziative che, in alternativa all’auto privata, incentivano l’utilizzo dei mezzi pubblici, del car pooling e della bicicletta, nel tragitto casa-lavoro.

Il presente e, soprattutto, il futuro di una mobilità urbana efficace e poco impattante passa anche per una mobilità aziendale sostenibile. A partire tale assunto, ogni iniziativa o incentivo che le imprese danno per offrire ai dipendenti un’alternativa all’auto privata è importante e benvenuto. Dall’utilizzo dell’autobus, al car pooling, alla bicicletta: lungo lo stivale, le case history da cui trarre ispirazione non mancano, ecco qualche esempio.

Autobus: sconti al personale Ausl che lo utilizza come mezzo nel tragitto casa-lavoro

L’Ausl Romagna e la società di trasporti Start si sono recentemente accordati per una riduzione dei prezzi degli abbonamenti ai dipendenti dell’azienda sanitaria romagnola, a sostegno della razionalizzazione degli spostamenti quotidiani da e verso la sede. La convenzione prevede l’emissione di abbonamenti annuali a prezzi agevolati per il personale aziendale, attraverso uno sconto del 5% praticato da Start Romagna e una compartecipazione di spesa da parte dell’Ausl, pari al 25% del valore degli abbonamenti annuali emessi.

Car pooling: le aziende più virtuose

646.900,82 km risparmiati nei tragitti casa-lavoro, 16.500 viaggi realizzati, 105.670 Kg di CO2 non emessa, 90.000 gli utenti iscritti al servizio. Secondo il Rapporto Carpooling Aziendale elaborato da Jojob, player italiano di carpooling aziendale, nel 2016 sono state oltre 100 le grandi aziende coinvolte, di cui il 60% è al Nord Italia. Da Findomestic ad Amazon, da Ducati a YOOX NET-A-PORTER GROUP, da BNL Gruppo BNP Paribas a Unicoop Firenze, da Luxottica a Salvatore Ferragamo, a  OVS, e tante altre.

Tra le aziende che utilizzano Jojob, nel 2016 Amazon ha conquistato il primato per il maggior numero di viaggi effettuati (3.993 viaggi), mentre Bioindustry Park si distingue per essere l’azienda con più CO2 risparmiata (14.328 kg) e con più km risparmiati (91.184,54 km).

Bicicletta: Bike Challenge e in Bici alla Coop

  • Nel 2016, Coop Alleanza 3.0 si è resa protagonista di un’iniziativa per favorire la mobilità aziendale sostenibile fra i suoi lavoratori. “In bici alla Coop” offriva un incentivo economico a 250 dipendenti in grado di dimostrare, grazie all’app Vivinbici, di essersi recati in bicicletta al lavoro.
  • Bike Challenge Italia 2017: è una sfida tra luoghi di lavoro per incoraggiare le persone (colleghi e dipendenti) a pedalare. Per partecipare, basta pedalare per soli 10 minuti nell’arco di un mese. Aziende, organizzazioni, enti pubblici, università sono in gara tra loro: vince il luogo di lavoro in cui pedala la maggior percentuale dei colleghi. Tra le aziende premiate lo scorso anno a Milano erano presenti: Decathlon, Città Metropolitana di Milano, Gruppo CAP, Eidos Media, Comune di Desio, BT Italia, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Fondazione Cariplo, Sumitomo Chemical Italia ma anche Fujitsu e Best Western, mentre, per le realtà con meno di 50 dipendenti, Poliedra-Politecnico di Milano, Mobility in Chain, Design Group Italia, Terre di Mezzo e Great Place to Work Institute Italia. Bike Challenge fa parte di un più ampio progetto europeo di BikeToWork. Quali aziende si sono posizionate quest’anno? Scopritele qui!

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!