Uno stadio in legno: ecco il progetto dei Forest Green Rovers

stadio-legno-nonsoloambiente

Il Forest Green Rovers, squadra di calcio della quinta divisione inglese, avrà presto uno stadio realizzato quasi integralmente in legno. La squadra, già celebre per la sua visione orientata all’ecosostenibilità e per il suo sodalizio con la filosofia vegana, aveva indetto un concorso per la progettazione del nuovo stadio la scorsa primavera, ottenendo oltre 50 proposte da studi di architettura di tutto il mondo.

A vincere la selezione è stato lo studio Zaha Hadid Architects, che vanta nel suo curriculum la progettazione di importanti strutture sportive tra cui l’Aquatics Centre, realizzato in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012 e l’Al Wakran Stadium, sede dei Mondiali di calcio in Qatar previsti per il 2022.

Il nuovo stadio in legno, voluto fortemente dal Presidente del Forest Green Rovers Dale Vince, sorgerà nei pressi della cittadina inglese di Stroud, nel Gloucestershire. La squadra aveva già cercato di rendere più sostenibile il suo vecchio stadio, ma la struttura non era stata realizzata in un’ottica di rispetto per l’ambiente. “La cosa veramente innovativa dello stadio è che sarà realizzato quasi interamente in legno, è il primo impianto di questo tipo al mondo”, ha dichiarato Vince. “L’importanza di utilizzare il legno non sta soltanto nella scelta di un materiale allo stato naturale – ha aggiunto Vince – quanto nel fatto che ha un bassissimo contenuto di carbonio e se pensiamo che tre quarti dell’impatto di uno stadio in fatto di emissione di carbonio deriva proprio dalla sua costruzione, si può comprendere dove sta l’enorme differenza”.

Ma non è tutto: lo stadio è parte integrante di un progetto green ancora più ampio. Infatti, a far da cornice alla struttura, ci sarà un grande eco-parco aperto al pubblico con altri centri sportivi, campi d’allenamento e zone multidisciplinari. Ci sarà poi un polo dedicato ad uffici e strutture commerciali, rigorosamente realizzati con materiali eco-friendly, che potrà accogliere al suo interno circa 4.000 unità lavorative.

Questo aspetto del progetto rende particolarmente orgoglioso Jim Heverin, responsabile dello Zaha Hadid Architects, che ha dichiarato che la nuova casa dei Forest Green Rovers “non sarà soltanto uno stadio, ma un’importante realizzazione per la comunità”. Heverin ha inoltre ribadito la forte intesa con i principi etici della squadra, dichiarando che “Il patrimonio del club, l’ambizione e la sua vision riflettono la nostra, che combina le più recenti tecniche di ricerca dei materiali e di costruzione, con nuovi approcci progettuali per costruire un’architettura più ecologicamente sostenibile e inclusiva”.

Lo stadio è stato progettato con tutte le accortezze necessarie per ridurre al minimo l’impatto ambientale. La struttura sarà in grado di contenere 5.000 spettatori, ma la sua capienza può essere ampliata senza lavori aggiuntivi in caso di successo del club. Il tetto sarà ricoperto da una membrana trasparente che, oltre a contribuire alla crescita naturale del manto erboso, ridurrà al minimo le ombre forti su spettatori e calciatori.

You may also like...