Mercatini di Natale green: la magia delle feste coinvolge l’ambiente

Da Merano a Napoli, una guida ai mercatini natalizi attenti all’impatto ambientale tra basse emissioni e prodotti solidali.

Da Merano a Napoli, una guida ai mercatini natalizi attenti all’impatto ambientale tra basse emissioni e prodotti solidali.

Per immergersi completamente nell’atmosfera natalizia, una tappa ai mercatini di Natale è una tradizione imprescindibile: quest’abitudine può tingersi di verde se si scelgono gli eventi più sostenibili. Un numero crescente di eventi e mercatini, in Italia, sceglie di rivolgere la propria attenzione all’ambiente, ottenendo certificazioni green e mettendo in atto iniziative volte a promuovere un Natale ecosostenibile.

Produzioni artigianali, riciclo creativo e oggetti dal basso impatto ambientale sono le parole d’ordine per chi desidera vivere un Natale generoso anche con l’ambiente. La scelta è sempre più ampia: impossibile non citare i mercatini per eccellenza, quelli tradizionali del Trentino e dell’Alto Adige.

Mentre i mercatini di Natale dell’Alto Adige sono certificati come Green Event e mettono a disposizione dei visitatori una speciale mobilcard per gli spostamenti, a Trento il tradizionale mercatino abbraccia l’arte “verde”: per tutto il tempo di apertura, ovvero fino al 6 gennaio, l’evento ospiterà la prima mostra di Street Art Sostenibile. Tredici opere d’arte saranno esposte lungo le strade che ospitano i mercatini, allietando di colore la già festosa atmosfera.

I mercatini, ad ogni modo, non sono soltanto prerogativa del Nord Italia: a Roma il Natale è sostenibile sin dalle luminarie, grazie al suggestivo arcobaleno realizzato con lampadine a Led che dall’Altare della Patria percorre tutta via del Corso. E se i bassi consumi non bastano a conquistarvi, sicuramente capitolerete di fronte all’imponente albero di Natale in Campidoglio, interamente illuminato tramite energia cinetica. Una vista imperdibile prima di recarsi presso il tradizionale Mercato delle Befane, in piazza Navona.

Anche il Natale napoletano è all’insegna della sostenibilità, grazie alle luminarie a basso consumo energetico che omaggiano volti storici della città, da Totò a Troisi, passando per Eduardo De Filippo. Prodotti artigianali e cibo a km zero affollano le bancarelle e i negozi dedicati presenti in tutta la città, senza dimenticare la ricchissima tradizione del presepe: tra migliaia di statuine, impossibile non farsi catturare.

La vigilia di Natale è l’ultimo giorno utile per scoprire i mercatini di Natale presso i Giardini Luzzati, a Genova, quest’anno particolarmente attenti al consumo solidale e all’enograstronomia biologica e a km zero: una vera gioia sia per l’ambiente sia per il palato.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!