Mandare sms ai lampioni e riceverne risposta: a Bristol si può!

Dopo aver vinto gli European Green Capital Awards 2015, la città di Bristol ha permesso ai suoi cittadini di comunicare con l’arredo urbano grazie al progetto “Hello Lamp Post” e attraverso l’Internet of Things.

Dopo aver vinto gli European Green Capital Awards 2015, la città di Bristol ha permesso ai suoi cittadini di comunicare con l’arredo urbano grazie al progetto “Hello Lamp Post” e attraverso l’Internet of Things.

Per tutta l’estate, infatti, i cittadini ed i turisti di Bristol hanno potuto scambiare messaggi con i lampioni, le cassette postali, i tombini, le fermate degli autobus o le panchine, scambiandosi dati, informazioni o semplici considerazioni.

Hallo Lamp Post, il vincitore del concorso 2013 Playable City Award lanciato dall’associazione Watershed per stimolare idee creative e tecnologiche destinate alla città, è stato sviluppato dall’Amministrazione comunale in partnership con un gruppo eterogeneo di professionisti, PAN Studio, Tom Armitage, Gyorgyi Galik, ai quali si sono aggiunte aziende specializzate nei sistemi ICT, multinazionali, artisti e centri universitari come Toshiba, IBM, HP, IMD e moltissimi altri.

Da luglio ai primi di settembre settembre, chiunque dotato di uno smartphone poteva comunicare e scambiarsi infomazioni con l’arredo urbano: dopo aver scaricato l’apposita app ed aver scelto l’oggetto di arredo urbano con il quale comunicare, era sufficiente inserire il codice pre-esistente che identifica l’oggetto, per iniziare la conversazione che, ovviamente, sarà attivata con la parola chiave “Hello”.

Avvicinandosi ad esempio alla pensilina alla fermata degli autobus, era possibile scambiare messaggi e ottenere informazioni su orari dei mezzi di trasporto pubblici, su ingorghi e incidenti lungo il tragitto, sulla strada più breve per raggiungere una destinazione in particolare.

Ben 15 mila persone hanno aderito al progetto mandando messaggi agli oggetti “intelligenti” sparsi per la città e ricevendo da essi risposta. Una smart city vissuta in modalità quasi social, permettendo agli ideatori della piattaforma di contare su big data ‘freschi’ in chiave aperta e di sfruttare il potenziale delle tecnologie cloud partendo dalla semplice necessità delle persone di avere informazioni e di scambiare opinioni relative all’ambiente urbano.

Hallo Lamp Post incoraggia a guardare la città con occhi nuovi e a interagire con oggetti che diamo per scontato. Questa è una possibilità per rallentare, riflettere, anche giocare con la città. Presto soluzioni di questo tipo potrebbero diffondersi in tutte le città d’Europa, Italia compresa, generando un flusso di dati utili ad amministrazioni pubbliche ed aziende per offrire nuovi e più utili servizi al cittadino.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!