Londra, le cabine telefoniche diventano green

La società inglese “SolarBox” ha iniziato la conversione delle storiche, ma ormai inutilizzate, cabine telefoniche di Londra in postazioni per ricaricare a energia solare gli smartphone.

La società inglese “SolarBox” ha iniziato la conversione delle storiche, ma ormai inutilizzate, cabine telefoniche di Londra in postazioni per ricaricare a energia solare gli smartphone.

Le storiche cabine telefoniche rosse di Londra diventeranno green di colore e di fatto. Uno dei simboli della Capitale inglese, infatti, sarà trasformato in “SolarBox”, dei veri e propri punti di ricarica gratuita per smartphone, tablet e altri dispositivi, grazie all’energia elettrica fornita dai moduli solari posizionati sul tetto delle cabine.

Un progetto nato da un’idea di due ex studenti di geografia presso laLondon School of Economics, Harold Craston e Kirsty Kenny, partito con l’obiettivo di recuperare le oltre 8 mila cabine rosse in stato di abbandono presenti all’interno della città e realizzato con un approccio green che ha attinto al mondo delle energie rinnovabili.

Durante il mio secondo anno di università – racconta Harold Crastonvivevo vicino a una di queste vecchie cabine telefoniche. Ci passavo davanti ogni giorno e ho pensato ‘ Ci saranno 8 mila di queste cabine inutilizzate a Londra, dovremmo trovare un modo per sfruttarle”. E un modo lo hanno trovato.

Ritinteggiate di verde, alcune delle famose call-box londinesi saranno trasformate in pratiche stazioni ecologiche per ricaricare cellulari e dispositivi portatili grazie a una serie di porte di carica e connettori adatti ai modelli più diffusi di smartphone e tablet.

Cittadini londinesi e turisti potranno entrare nella “SolarBox”, connettere il proprio telefono a una delle prese disponibili e usufruire di un servizio che è 100 per cento green, utile e senza costo. I costi di ricarica, infatti, saranno sostenuti dagli sponsor i cui messaggi promozionali compariranno su un monitor all’interno della cabina.

Per finanziare il loro progetto, Kenney e Craston hanno utilizzato un fondo di 5 mila sterline ottenuto vincendo un concorso promosso dal sindaco di Londra Boris Johnson. Le prime “SolarBox” sono state aperte mercoledì 1 ottobre 2014 fuori dalla stazione della metropolitana di Tottenham Court Road ma già all’inizio del prossimo anno ne saranno realizzate altre in vari punti della città.

Secondo gli ideatori del progetto, le cabine saranno in grado di ricaricare completamente fino a cento smartphone e tablet al giorno e forniranno energia sufficiente a raggiungere il 20 per cento della carica completa in dieci minuti. L’energia pulita e a emissioni zero, sarà ricavata dal pannello solare disposto sopra la cabina. Certo, Londra non è una città particolarmente ricca di sole, tuttavia sono in grado di accumulare energia e avere a disposizione anche di notte e nelle giornate di pioggia.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!