L’importanza delle politiche di sostenibilità nell’appeal esercitato da una città

Intervenendo al convegno “Food, Sustainability & Communication”, promosso a Milano da Ferpi in occasione dell’Annual General Meeting di Global Alliance, Michele Tesoro-Tess, Partner and Managing Director di Reputation Institute Italy and Middle East, ha esposto le modalità con le quali le persone valutano l’attrattività di una città.

Intervenendo al convegno “Food, Sustainability & Communication”, promosso a Milano da Ferpi in occasione dell’Annual General Meeting di Global Alliance, Michele Tesoro-Tess, Partner and Managing Director di Reputation Institute Italy and Middle East, ha esposto le modalità con le quali le persone valutano l’attrattività di una città.

I risultati della ricerca del Reputation Institute “City RepTrak® – The World’s Most Reputable Cities” sono stati elaborati sulla base di tre parametri principali presi in considerazione sulla base di quanto espresso dal campione di cittadini intervistati appartenenti all’area del G8: l’appeal ambientale, l’efficacia di governo della città e lo stato di avanzamento dell’economia.

Dall’analisi emerge come la considerazione che le persone hanno delle città sia condizionata, oltre che dal percepito personale (vissuto), dal percepito altrui con cui si viene a contatto. È dunque importante essere benevoli ambasciatori della propria città per poterle arrecare vantaggio. Proprio a questo riguardo, Michele Tesoro-Tess ha sottolineato come gli italiani siano (quasi) i peggiori ambasciatori del proprio paese all’estero. In fondo alla classifica degli ambasciatori autoctoni i greci, gli unici a far peggio degli italiani in fatto di promozione della propria nazione. I migliori in questo campo risultano invece essere gli americani che storicamente hanno fatto dell’orgoglio nazionale la propria bandiera.

Durante il suo intervento, Tesoro-Tess ha sottolineato quanto il parametro di valutazione relativo all’attuazione di politiche di sostenibilità (sociali, ambientali ed economiche) stia diventando sempre più centrale tra i fattori che incidono sulla carica emotiva sviluppata dalle persone nei confronti di una città. È inoltre favorevole il fatto che nella top 15 delle città migliori in fatto di politiche sostenibili 11 siano europee.

La Top 5 delle città che più si distinguono in fatto di sostenibilità vede in testa Monaco, seguita sul podio da Vancouver e New York, al quarto posto Stoccolma e al quinto Copenaghen. Le uniche italiane che compaiono nella classifica sono Milano (38), Firenze (35), Venezia (40) e Roma (55) mentre le metropoli che più si sono differenziate da questo punto di vista negli ultimi anni sono Bruxelles e Los Angeles.

Siamo intervenuti al convegno per parlare dei temi dell’attuazione di politiche sostenibili. – ha commentato Tesoro-Tess – Dalle nostre ricerche emerge chiaramente quanto oggi stia crescendo il percepito dei cittadini rispetto a queste tematiche, rendendo lo sviluppo di politiche di sostenibilità una leva competitiva sia per le città sia per le imprese. Il nostro ruolo come comunicatori è quello di promuoverne la conoscenza, in quanto sono essenziali per valorizzare l’attrattività dei centri urbani e di conseguenza la crescita economica delle città. La sfida attuale è creare una sinergia tra le imprese e le città dove esse hanno sede, in modo da riuscire a veicolare messaggi credibili sul tema della sostenibilità”.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!