Cosmetici green per una bellezza naturale

L’attenzione all’ambiente, all’inquinamento e all’impatto delle proprie azioni sta diventando sempre di più uno stile di vita e, indirettamente, un modo di essere consumatori consapevoli.

Condurre uno stile di vita più sostenibile si traduce in scelte che si compiono tutti i giorni, da come ci si sposta, a dove si va a fare la spesa, al tenore di vita condotto, fino ai prodotti che si sceglie di acquistare.

Quando si parla di prodotti bio e naturali, non ci si riferisce solo agli alimenti ma anche a tutta una serie di prodotti che spaziano dall’abbigliamento, passando per i prodotti per la casa fino alla cura per il corpo, che nella loro filiera produttiva presentano una o più caratteristiche “eco-friendly”.

Il settore della cosmesi bio e naturale ad esempio, fino a poco tempo fa considerato un mercato di nicchia, negli ultimi anni ha visto una forte espansione, aumentando la richiesta di “cosmetici green”.

Si tratta di prodotti per la cura e il benessere del corpo che hanno una o più delle seguenti caratteristiche:

Assenza di sostanze dannose

  • Assenza di parabeni, paraffine, petrolati e siliconi
  • Assenza di metalli e minerali (Nichel, alluminio…)
  • Assenza di PEG (sostanze emulsionanti derivanti dal petrolio)
  • Assenza di alchool e coloranti

Attenzione alle materie prime

  • A base di piante, frutti e semi
  • Almeno il 95% delle materie prime biologiche
  • Poca lavorazione delle materie prime
  • Packaging minimo (e senza plastica) con materiali riciclati
  • Erogazione tramite dispenser e ricarica di flaconi
  • Materie prime a km zero

Metodi di produzione e di trasporto

  • Ridotto consumo acqua
  • Ridotto consumo energetico
  • Produzione e distribuzione a km zero
  • trasporto con mezzi meno inquinanti

È evidente che una produzione a basso impatto ambientale, oltre a fare bene all’ambiente fa bene anche alla salute.

Basti pensare a tutti quei cosmetici come le creme e gli oli che si spalmano sulla pelle ed entrano così in profondità dell’organismo, perché assorbire sostanze chimiche sintetizzate in laboratorio o derivate dal petrolio? Sostanze dannose per la salute, che entrano in profondità e si accumulano nell’organismo?

I consumatori si orientano sempre di più verso scelte salutistiche e dopo l’aumento della domanda di alimenti biologici, oggi stiamo vivendo il boom di domanda di cosmetici green.

Le aziende produttrici hanno iniziato perciò a diversificare la propria offerta prevedendo delle linee di prodotti naturali che vengono vendute accanto ai tradizionali -e più impattanti- cosmetici. Alcune realtà hanno iniziato invece a porre attenzione all’impatto dell’intera filiera di produzione sull’ambiente, comunicandolo sulle confezioni dei prodotti. Sono nate anche aziende di cosmetici fondate sui principi di sostenibilità: marchi che propongono solo prodotti eco-friendly e che costruiscono su tali caratteristiche l’intero sistema di comunicazione e marketing aziendale.

Non a caso una delle tre macro tematiche della 30imaedizione di SANA, Salone internazionale del biologico e del naturale che si terrà a Bologna dal 7 al 10 settembre, è proprio “cura del corpo naturale e bio”. La fiera ospiterà infatti molte aziende produttrici di cosmetici bio pronte a mostrare i benefici e vantaggi dei loro prodotti e a raccontare ai visitatori la propria scelta sostenibile.

Inoltre quest’anno SANA Academy proporrà, tra gli altri appuntamenti, il convegno “Le biotecnologie: nuovo paradigma nella produzione di ingredienti per cosmetici naturali e sostenibili”, previsto per sabato 8 settembre alle ore 9.45.

Si parlerà di come le biotecnologie possano essere sfruttate per produrre ingredienti cosmetici in un’ottica di sostenibilità ed eco-compatibilità. Una strada che, in linea con la maggiore sensibilità dei cittadini verso un consumo consapevole anche in ambito cosmetico, conduce verso nuovi scenari di innovazione e di tutela della biodiversità.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!