Efficienza energetica: ristrutturare 1.500 case al giorno per rispettare piano Ue

In Italia si dovrebbe ristrutturare quasi un’abitazione al minuto per raggiungere gli obiettivi del piano strategico dell’Ue 2050. É la fotografia scattata dall’osservatorio SAIE, la più importante fiera annuale dell’edilizia dal 14 al 17 ottobre a Bologna.

In Italia si dovrebbe ristrutturare quasi un’abitazione al minuto per raggiungere gli obiettivi del piano strategico dell’Ue 2050. É la fotografia scattata dall’osservatorio SAIE, la più importante fiera annuale dell’edilizia dal 14 al 17 ottobre a Bologna.

L’efficienza energetica arriva in casa. Secondo la legislazione europea, infatti, entro il 2050 il consumo di energia negli immobili privati dovrà essere ridotto dell’80% (fonte Energy Roadmap 2050) mentre, entro il 2020, l’Europa sta imponendo case a “energia quasi zero” (NZEB). Le abitazioni in costruzione e in ristrutturazione dovranno, quindi, rispettare requisiti di efficienza energetica e di sostenibilità ben precisi e, di conseguenza, essere realizzate con un occhio rivolto al futuro.

Anche l’Italia si muove per raggiungere questi obiettivi. Dal 1° ottobre, infatti, entreranno in vigore tre nuovi provvedimenti che completeranno il quadro normativo sull’efficienza energetica negli edifici. Novità più importante sarà l’introduzione dell’APE, il certificato di prestazione energetica della casa, in grado di fornire a cittadini, amministrazioni e operatori, informazioni precise e dettagliate sull’efficienza dell’edificio e degli impianti.

Nonostante gli sforzi, quello del piano strategico dell’UE 2050, rimane un progetto ambizioso. Come testimoniato dai dati dell’Osservatorio SAIE, la più importante fiera annuale del settore dell’edilizia, per rispettare questi obiettivi in Italia si dovrebbero ristrutturare 1500 abitazioni al giorno, ovvero quasi un appartamento al minuto. Sul territorio nazionale, infatti, sono circa 13,6 milioni i fabbricati da recuperare (dati Nomisma).

Per recepire questo nuovo trend del mercato edilizio, il salone SAIE si rinnova e lancia SAIE SMART HOUSE, in programma alla Fiera di Bologna dal 14 al 17 ottobre. Oltre allo spazio espositivo, che proporrà soluzioni basate sull’innovazione tecnologica sia per la parte edilizia che per i componenti ed i complementi industriali, il salone offrirà anche un ricco calendario di incontri, approfondimenti e workshop per fornire gli strumenti per orientarsi nel mondo della riqualificazione edilizia e della rigenerazione delle città e dei territori.

In particolare si segnala la nuova iniziativa in collaborazione con Nomisma e Nomisma Energia “Re-Use, Re-Start”, una serie di incontri con i principali protagonisti del Real Estate per ripensare il mercato immobiliare, valorizzandolo e migliorandone l’appetibilità, in un’ottica di rigenerazione e riuso. In fiera, infine, i progettisti e le imprese potranno trovare le diverse specializzazioni industriali che realizzano l’involucro degli edifici, le facciate e le coperture delle nostre case.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!