Dal 23 al 27 giugno la Settimana dell’Energia Sostenibile 2014

Enti pubblici, agenzie per l’energia, aziende private, organizzazioni non governative e associazioni di settore per una settimana impegnate a contribuire al raggiungimento degli obiettivi energetici e climatici dell’UE: dal 23 al 27 giugno si tiene infatti la Settimana dell’Energia Sostenibile 2014.

Enti pubblici, agenzie per l’energia, aziende private, organizzazioni non governative e associazioni di settore per una settimana impegnate a contribuire al raggiungimento degli obiettivi energetici e climatici dell’UE: dal 23 al 27 giugno si tiene infatti la Settimana dell’Energia Sostenibile 2014.

Efficienza energetica e soluzioni possibili grazie alle energie rinnovabili sono le tematiche della ottava edizione della Settimana (EUSEW). Grazie alla Commissione europea che nel 2006 la lanciò, l’EUSEW è organizzata con il sostegno dell’Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese (EASME) e vede il coinvolgimento di circa 1 milione di organizzazioni, tra cui enti pubblici (nazionale e regionali) associazioni e scuole.

L’iniziativa mira a promuovere gli obiettivi energetici e climatici dell’UE e funziona come piattaforma per lo scambio di informazioni e di buone pratiche tra i partecipanti esperti di energia sostenibile offrendo inoltre la possibilità di discutere l’agenda energetica dell’Unione Europea con gli stakeholders e il pubblico in generale.

In tutto il vecchio Continente sono 583 gli eventi organizzati non solo per la settimana dal 23 al 27 giugno ma per tutto il mese di giugno: prima fra tutti la Spagna che ha previsto 206 eventi, mentre l’Italia conta 79 iniziative. Ma è a Bruxelles il cuore della manifestazione con 118 eventi e dove si terrà la High Level Policy Conference con 32 sessioni aperte al pubblico. Tema della conferenza i diversi approcci per selezionare e acquistare prodotti e servizi che permettono di risparmiare energia, ottimizzare i costi e rispettare l’ambiente.

Durante la conferenza verranno inoltre assegnati i premi per il Sustainable Energy Europe Awards e per il ManagEnergy Award: destinatari sono alle autorità locali e regionali che hanno giocato un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi legati a clima ed energia all’interno del programma Horizon 2020.

I sei vincitori sono stati selezionati da una giuria che comprende rappresentanti delle istituzioni europee, governi locali, agenzie per l’energia, media specializzati e associazioni di settore. I vincitori del concorso saranno annunciati oggi, martedì 24 giugno durante la Cerimonia di premiazione, presentata dal Commissario europeo per l’Energia, Günther Oettinger.

I progetti italiani candidati sono:

Categoria Comunicazione: ENERGY BITS – Young people and media for low energy footprints
Progetto cross-mediale che promuove l’uso delle energie sostenibili. Coinvolge 13 partner di 9 nazioni in Europa e nel mondo. ENERGY BITS ha prodotto una serie di 30 brevi documentari televisivi, un videogioco educativo e documentario interattivo per il Web.

Categoria Learning: CONURBANT – Comune di Vicenza
CONURBANT
parte dalla considerazione che le piccole città europee devono affrontare forti difficoltà nella gestione energetica e la pianificazione a causa della loro mancanza di competenze e di risorse, mentre le città di medie e grandi hanno una maggiore responsibilità legate alla densità di attività umane, all’utilizzo sostenibile del territorio e alla mobilità.

Il progetto CONURBANT mira ad aiutare le medio-grandi città e centri minori, attraverso il capacity building e il supporto e la formazione peer-to-peer tra i Comuni, nel quadro del Patto dei Sindaci.

Categoria Learning: PATRES – Public Administration Training and coaching on Renewable Energy Systems. Area Science Park
PATRES offre un pacchetto integrato e multidisciplinare che comprende attività di formazione, assistenza professionale e un servizio di coaching personalizzato, rivolti ad enti locali, aziende di pubblica utilità ed enti di gestione di edilizia residenziale pubblica al fine di supportare politiche efficaci volte all’introduzione di sistemi basati sulle FER (Fonti di Energia Rinnovabile) negli edifici. L’obiettivo principale del progetto è tradurre nel concreto queste politiche attraverso la redazione di codici e regolamenti per la costruzione o ristrutturazione di edifici e per la disciplina delle procedure di ‘appalto verde’.

Categoria Managenergy Award – Smart City – ‘A’ Labelled Municipalities. Regione Autonoma della Sardegna
Progetto di governance multi-livello guidato dalla Regione Sardegna per assistere i comuni con la presentazione dei loro PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile), nel quadro del Patto dei Sindaci. Il progetto è consistito nella selezione dei 66 comuni raggruppati in 21 cosiddetti “Pioneer Comunities” che beneficiano di assistenza tecnica e finanziaria per lo sviluppo e l’attuazione dei loro PAES: l’assistenza tecnica è stata gestita da un team multidisciplinare di 20 insegnanti, 12 con competenze scientifiche e tecniche e 8 socio-economici, resi disponibili e selezionati dalla Regione.
L’assistenza della Regione riguardava anche la fornitura di dati sul consumo energetico comunale, formazione dei tecnici comunali, la promozione dell’accesso ai finanziamenti nazionali ed europei, e la necessità di pianificare gli investimenti sostenibili.

La settimana è anche social: si può seguire il profilo ufficiale su Twitter @euenergyweek o l’hashtag #EUSEW14

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!