4 innovazioni per essere sostenibili con un click

IMG_0532

Le azioni digitali diventate abitudini quotidiane possono trasformarsi in gesti di tutela dell’ambiente e delle popolazioni in difficoltà: ecco quattro progetti che rendono più semplice tutelare la sostenibilità.

In una manciata di anni, social network e innovazioni digitali sono entrati a far parte della nostra vita al punto di modificare la nostra quotidianità. Un bene? Un male? Come per ogni mezzo, non è possibile dare una risposta univoca: sono il fine e le modalità di utilizzo a determinare la bontà dello strumento.

C’è chi ha colto le potenzialità dei mezzi digitali più usati e li ha trasformati in strumenti al servizio della sostenibilità: ecco in che modo le nostre abitudini online possono diventare azioni per migliorare il mondo.

Quante volte, all’interno di una giornata, ci capita di utilizzare un motore di ricerca? Un gesto semplice che può diventare un atto “green”: è questo il concetto alla base di due progetti che uniscono digitale e innovazione. Ecosia è un motore di ricerca dall’animo ecosostenibile: gli introiti pubblicitari, proporzionali al numero di ricerche effettuate, permettono di sostenere progetti di riforestazione, piantando alberi in tutto il mondo.

L’idea alla base del progetto è simile a quella che ha portato alla creazione di elliotforwater: il 60% dei proventi legati all’utilizzo del motore di ricerca, in questo caso, è destinato all’acquisto di tecnologie solari per la purificazione dell’acqua attraverso la sua desalinizzazione. La start up collabora con Onlus e associazioni presenti in tutto il mondo, per garantire l’accesso all’acqua potabile per la sopravvivenza e l’irrigazione.

Il modello dei più noti social network ha permesso invece di dare forma a GreenApes, social dedicato alla promozione e alla condivisione di buone pratiche sostenibili. Tramite la condivisione di esperienze e idee, il social promuove comportamenti quotidiani virtuosi e la loro diffusione.

La rete si fa fitta come un alveare nel progetto che mette in contatto acquirenti e produttori agricoli per una spesa ecosostenibile: l’Alveare è una rete che consente di ordinare i propri acquisti online dai produttori locali, per poi ritirarli in uno dei 900 punti di raccolta sparsi in tutta Italia.

Gli esempi di questo tipo sono in crescita in tutto il mondo e ci dimostrano come le possibilità di compiere azioni virtuose risiedano anche in gesti quotidiani: sempre più spesso, abbiamo l’occasione di fare la differenza con un click, se riusciamo a vedere la possibilità di scelta dietro alle abitudini e ai gesti che svolgiamo in modo quasi automatico.

 

You may also like...