Smart beach: il solare alimenta ombrelloni e cellulari

Smart beach a Jesolo: nasce il primo stabilimento interamente automatizzato a energia solare. Da anni, d’altra parte, si cercano e propongono soluzioni che consentano ai turisti di usufruire, anche in spiaggia, di tecnologie smart e green sempre più evolute.

Archiviato l’inverno, il primo caldo porta con sé voglia di mare e di vacanze. In ottica di turismo sostenibile nell’anno ad esso dedicato, fra le opzioni presenti per chi desidera godersi la spiaggia senza pesare sull’ambiente, ce n’è una in più: un intero stabilimento automatizzato a energia solare.

Accade a Jesolo (VE), dove duemila ombrelloni sono stati dotati di un meccanismo alimentato con il sole, che permette di aprirli e chiuderli con un clic. Dopo la fase sperimentale della scorsa estate e una prima trance di 400 ombrelloni, il progetto Solex  – ideato e registrato grazie a uno spirito imprenditoriale totalmente “made in  Jesolo”- mira ad ampliarsi in tutta la costa, nei suoi quindici chilometri di lunghezza.

Una spiaggia green, smart & tech è d’altra parte un obiettivo che, ormai da qualche anno, solletica la fantasia e la creatività di molti, sull’onda di una dipendenza da smartphone e tablet ormai attestata.

Già nel 2011, dati Eurispes rivelavano infatti che oltre l’80% della popolazione italiana possedeva un telefonino, dato che nel tempo ha subito una crescita esponenziale. Nel 2016, su una popolazione mondiale di 7,4 miliardi di persone, gli utenti di internet sono stati 3,4 miliardi, per una penetrazione sul totale del 46%. A livello globale, inoltre, si calcola che ben 2,3 miliardi di persone utilizzino i social media e 3,8 miliardi di persone si servano di dispositivi mobili. Senza tregua e senza pause estive che tengano.

Per questo motivo, ormai da tempo, aziende consolidate e gruppi di ricercatori hanno cercato soluzioni tecnologiche che consentano ai turisti di ricaricare i propri dispositivi anche mentre si asciugano tra un bagno e l’altro, sfruttando tutto il potenziale dei raggi solari.

A Bellaria Igea Marina (RN), San Benedetto del Tronto (AP) e altre località distribuite tra Marche ed Emilia Romagna sono nate, ad esempio, le prime spiagge hi-tech, futuristiche e digitali. La Smart Beach si fonda su una triplice tecnologia, capace di soddisfare tre differenti esigenze: ombrelloni solari a fotovoltaico organico permettono di ricaricare fino a 10 smartphone in 30-40 minuti grazie a una presa usb, un’app dedicata consente di ordinare un cocktail senza alzarsi dal lettino, mentre gli ombrelloni sono dotati di un sistema per l’apertura e chiusura a distanza o automatica clima-sensitive.

Iniziative interessanti, che promettono di moltiplicarsi velocemente sul territorio italiano.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per ricevere le news di nonsoloambiente.it ogni settimana!