Rinnovabili: capacità installata raddoppierà entro il 2025

Il rapporto Frost & Sullivan rivela che la quota di energia rinnovabile è destinata a raddoppiare entro il 2025. Al primo posto il solare fotovoltaico. Seguono eolico e idroelettrico.

Il rapporto Frost & Sullivan rivela che la quota di energia rinnovabile è destinata a raddoppiare entro il 2025. Al primo posto il solare fotovoltaico. Seguono eolico e idroelettrico.

La capacità di energia rinnovabile installata sarà raddoppiata nei prossimi dieci anni. Ad attestarlo è il nuovo rapporto stilato dagli analisti di Frost & Sullivan l’Annual Renewable Energy Outlook 2014: dai 1.566 GW del 2012 si raggiungerà nel 2025 quota 3.202 GW con un tasso di crescita media annuo del 5,7%.
Il merito è delle nuove tecnologie e dell’adozione di nuovi materiali che stanno determinando una crescita dell’efficienza degli impianti, soprattutto dell’abbassamento dei prezzi per quanto riguarda la produzione e la distribuzione delle tecnologie per la produzione di energia rinnovabile.

La tecnologia del solare fotovoltaico rappresenterà il 33,4% del totale degli aumenti di capacità di energia rinnovabile nel periodo 2012-2025. L’eolico segue a breve distanza con il 32,7%, davanti all’energia idroelettrica con il 25,3%.

Si prevede che la capacità globale di energia solare aumenterà dai 93,7 GW del 2012 fino a quota 668,4 GW nel 2025. Tuttavia, mentre il solare fotovoltaico sta assistendo a un vero e proprio boom, il crollo dei prezzi di questa tecnologia ha notevolmente indebolito le prospettive di crescita del mercato dell’energia solare concentrata (CSP).

La capacità globale di energia idroelettrica aumenterà da 1085 GW nel 2012 fino a 1498 GW nel 2025, poiché Cina, Turchia, Brasile, Vietnam, India e Russia contribuiranno fortemente alla crescita del mercato. Nel mercato dell’energia eolica, l’eolico offshore assisterà a una crescita inferiore a quella attesa, a causa del calo del sostegno politico in Europa. Grazie alle nuove applicazioni rese possibili dalle turbine eoliche di piccole dimensioni, la capacità di energia eolica globale raggiungerà quota 814 GW nel 2025 dai 279 GW del 2012.

“Non stupisce che gli impianti di energia rinnovabile abbiano assistito ad un graduale spostamento del potere di mercato verso le economie emergenti – ha dichiarato Harald Thaler, Industry Director di FRost & SullivanA causa di urbanizzazione, crescita della popolazione, preoccupazioni sulla sicurezza dell’energia e forte sviluppo economico, le regioni come Asia, America Latina, Medio Oriente e Africa contribuiscono sempre di più alla crescita della capacità di energia rinnovabile”.

Dall’analisi della Frost & Sullivan emerge infatti una vera e propria spaccatura venutasi a creare tra i Paesi occidentali e le economie emergenti. Nei primi, per colpa del clima economico instabile, i sistemi di incentivazione delle energie rinnovabili, prima molto favorevoli, avrebbero iniziato a farsi più deboli. Nei Paesi emergenti, invece, si assiste solo ora a un boom di nuove installazioni che stanno crescendo a ritmi vertiginosi soprattutto in Asia: complici i costi decisamente più bassi delle tecnologie solari ed eoliche.

Per approfondimenti sull’Annual Renewable Energy Outlook 2014 clicca qui.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!