Messico: entro il 2018, il 33% dell’elettricità sarà verde

Il Paese decide di puntare sulle fonti pulite e, in particolare, sull’energia eolica per convertire una larga fetta di mercato secondo criteri di sostenibilità ambientale. L’obiettivo è ambizioso: dall’attuale 17% di energia rinnovabile, il Messico punta alla quota 33% entro quattro anni.

Il Paese decide di puntare sulle fonti pulite e, in particolare, sull’energia eolica per convertire una larga fetta di mercato secondo criteri di sostenibilità ambientale. L’obiettivo è ambizioso: dall’attuale 17% di energia rinnovabile, il Messico punta alla quota 33% entro quattro anni.

Il Messico ha annunciato una decisa virata verso le energie rinnovabili e la sostenibilità: il Paese punta al raggiungimento del 33% di green energy entro il 2018, con un percorso molto lungo da percorrere in breve tempo. Attualmente, infatti, soltanto il 17% dell’energia rientra in tale categoria, mentre l’80% delle risorse energetiche sfruttate deriva da fonti non rinnovabili.

Per raggiungere tale obiettivo, è indubbia la necessità di un piano d’azione efficace, dai tempi rapidi e su scala nazionale, ma il Governo si mostra fiducioso e deciso a sfruttare le risorse naturalmente presenti sul territorio messicano: tra fonti geotermiche, mini idraulico, eolico, agroenergie e fotovoltaico, secondo quanto affermato alla stampa dal segretario Cowell, ci sono i mezzi per generare più di 18 Twh annui di energia pulita.

Il passo dalle parole ai fatti, questa volta, è stato breve: il Congresso messicano è già al lavoro per semplificare la burocrazia e per facilitare il lavoro nel settore dell’energia pulita, sulla scia di quanto emerso dal congresso México Wind Power 2014, svoltosi appena un paio di mesi fa. In seguito alla visita all’esposizione Steve Sowyer, direttore generale del Global Wind Energy Council, ha indicato proprio il Messico come nuovo mercato emergente per l’energia eolica.

Le nuove politiche governative, dunque, contribuiscono a rafforzare l’attrattività del Paese agli occhi degli investitori di tutto il mondo. Del resto, dalla nuova normativa, ha sottolineato il segretario Cowell, dovrebbero poterne trarre vantaggio proprio tutti: “Grandi aziende con tecnologie all’avanguardia e quanti vogliano mettere un pannello solare sul tetto della propria abitazione, di farlo, così come di affittare una parte della loro terra per la generazione eolica”.

Nella sfida delle rinnovabili messicane, un ruolo in primo piano è giocato proprio dall’energia eolica: con ben 25 parchi in esercizio alla fine del 2013, il Paese è al lavoro per l’inaugurazione di ulteriori sei impianti entro la fine dell’anno, per un salto avanti di 714 MW che si vanno ad aggiungere ai 1917 MW attualmente prodotti dagli impianti già in funzione.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!