Australia: l’eolico oggi è più competitivo delle fossili

Nel 2011 il costo dell’energia eolica è diminuito del 10%, mentre il costo degli impianti di produzione di energia da fonti fossili è aumentato.

Una ricerca condotta da Bloomberg New Energy Finance ha dimostrato che, oggi, l’energia elettrica fornita da un nuovo impianto eolico costa in media 80 Dollari Australiani per MWh, rispetto ai 143 di un nuovo impianto a carbone e ai 116 di una centrale a gas.

Nel 2011 il costo dell’energia eolica è diminuito del 10%, mentre il costo degli impianti di produzione di energia da fonti fossili è aumentato.

Una ricerca condotta da Bloomberg New Energy Finance ha dimostrato che, oggi, l’energia elettrica fornita da un nuovo impianto eolico costa in media 80 Dollari Australiani per MWh, rispetto ai 143 di un nuovo impianto a carbone e ai 116 di una centrale a gas. E questo a prescindere da eventuali incentivi.

Secondo Michael Liebreich, chief executive di Bloomberg New Energy Finance il fatto che l’energia eolica sia ora meno cara di carbone e gas in un Paese che dispone di alcune delle migliori fonti fossili di energia dimostra che l’energia pulita potrebbe modificare i dati economici delle forniture di energia elettrica.

La ricerca di Bloomberg New Energy Finance dimostra inoltre che, nel 2011, il costo dell’energia eolica è diminuito del 10% e quello del fotovoltaico del 29%. Al contrario, il costo degli impianti di produzione di energia da fonti fossili è aumentato.

Lo studio prevede infine che entro il 2030 anche altre fonti rinnovabili come il fotovoltaico e le biomasse potranno essere competitive.

di Andrea Lupo

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!