Dai frigoriferi usati, un assorbente ecologico per oli e vernici

Dal recupero e dalla lavorazione del poliuretano presente nei frigoriferi a fine vita, l’azienda emiliana Airbank ha realizzato OKO-PUR, assorbente ecologico capace di ridurre l’inquinamento da oli, grassi, benzina, gasolio, vernici e prodotti chimici.

Riciclo dei RAEE: una sfida la cui portata subisce, da qualche anno a questa parte, una crescita continua ed esponenziale. I frigoriferi, elettrodomestici indispensabili nelle nostre cucine, una volta giunti a fine vita rientrano di diritto nel raggruppamento R1 di questa categoria di rifiuti e sollevano il problema di uno smaltimento che, in ottica di circular economy, consenta di recuperare più materie prime possibili.

Dal recupero e dalla lavorazione del poliuretano (polimero impiegato per lo strato isolante dell’apparecchio), ad esempio, l’azienda emiliana Airbank ha realizzato OKO-PUR, assorbente ecologico capace di ridurre l’inquinamento da oli, grassi, benzina, gasolio, vernici e prodotti chimici presenti sul suolo degli ambienti di lavoro. Il prodotto finito sembrerebbe essere capace di assorbire l’olio anche in acqua: causando la formazione di grandi grumi che vengono poi facilmente recuperati, risulta in grado di renderla limpida e decontaminata al 95%.

Secondo Gloria Mazzoni, presidente di AirBank, il prodotto “esemplifica il concetto di economia circolare, pensa all’ambiente ed ha una serie di caratteristiche che lo rendono vantaggioso anche dal punto di vista economico”.

In media, un frigorifero contiene 4 kg di poliuretano, che corrispondono a circa il 15% del materiale di cui è composto l’elettrodomestico. Quattro chili che, da materiale di scarto, si trasformano nell’opportunità di limitare il rilascio di emissioni nocive. Secondo dati resi noti dall’azienda -impegnata del settore della sicurezza ambientale- la produzione di 1 Kg di prodotto evita infatti l’emissione di 250 kg di CO2 nell’atmosfera, grazie a un processo di lavorazione basato su risparmio di energia e materie prime.

Disponibile sia in polvere che in granuli e utilizzabile come la normale segatura, le potenzialità del prodotto possono trovare espressione e applicazione in situazioni di inquinamento idrico confinato e in sedi stradali trafficate.

“OKO-PUR è superassorbente”, continua Mazzoni, “il che significa minore utilizzo di prodotto, addirittura un sesto di quelli minerali, quindi meno rifiuti; infatti il suo potere assorbente va da 3,7 a 10 volte il proprio peso”.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!