Convegno FISE Assoambiente: Contratti pubblici, concorrenza e partecipazione alle gare

Si è tenuto oggi a Roma il convegno promosso da FISE Assoambiente dal titolo “Contratti pubblici, concorrenza e partecipazione alle gare”.

Si è tenuto oggi a Roma il convegno promosso da FISE Assoambiente dal titolo “Contratti pubblici, concorrenza e partecipazione alle gare”.

L’evento ha voluto sottolineare l’esigenza di modificare – attraverso una profonda revisione – l’attuale disciplina del codice degli appalti, che rappresenta, per gli operatori nel settore dei servizi ambientali, l’occasione per una maggiore razionalizzazione della legislazione in materia.

L’obiettivo dell’incontro era partire dagli elementi di criticità attuali per fornire degli spunti operativi per un corretto recepimento delle Direttive europee in materia di appalti e concessioni.

Sono intervenuti all’evento giuristi, esperti di tematiche ambientali, rappresentanti del Ministero dell’Ambiente e della Corte dei Conti e Giovanni Pitruzzella, Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. L’incontro è stato chiuso dagli interventi di Altero Matteoli, Presidente della Commissione del Senato e di Simona Vicari, Sottosegretario Ministero per lo Sviluppo Economico.

Ha offerto un interessante contributo sul tema del convegno anche Monica Cerroni, Presidente FISE Assoambiente, secondo la quale “Oltre il 46% degli appalti pubblici di gestione rifiuti urbani è sottratto al mercato e alla libera concorrenza, di particolare interesse degli utenti, e viene gestito attraverso affidamenti in house pur in assenza di requisiti. Il recepimento delle Direttive europee su Appalti e Concessioni costituisce un’occasione preziosa e non rinviabile per superare una volta per tutte questa situazione di monopolio de facto, favorendo l’efficienza dei servizi ed il contenimento dei costi per il cittadino e, non ultimo, avvicinando il nostro mercato ai modelli adottati negli altri Paesi comunitari”.

Il Convegno – insieme ad una maggiore flessibilità delle procedure finalizzata a favorire un’effettiva concorrenza tra operatori economici – si proponeva anche di fornire indicazioni operative e applicative per la partecipazione alle gare per i servizi d’igiene urbana, con lo scopo di limitare i casi di esclusione dalle gare e di illustrare compiutamente i più recenti orientamenti della giurisprudenza amministrativa.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!