Travel.Enjoy.Respect, non c’è turismo sostenibile senza rispetto

Travel.Enjoy.Respect è la campagna dell’Organizzazione Mondiale del Turismo che, nell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, sottolinea come viaggiare rispettando persone e ambiente possa portare benessere per le comunità locali senza compromettere gli ecosistemi.

“Sono come te. Sei come me. E insieme possiamo cambiare il mondo. […] Siamo viaggiatori”. Travel.Enjoy.Respect, campagna multicanale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO), si rivolge direttamente ai viaggiatori di tutto il mondo per sottolineare come un turismo responsabile, rispettoso di persone e ambiente, possa portare benessere per le comunità locali senza compromettere gli ecosistemi.

Nell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, località e organizzazioni di tutto il mondo sono invitate ad aderire alla campagna e onorare l’impegno del settore a creare le condizioni migliori per un cambiamento positivo del settore turistico. In quest’ottica, la campagna di informazione e sensibilizzazione è tradotta in spagnolo, inglese, russo, arabo e francese, in modo da raggiungere un numero molto ampio di persone.
La strategia comunicativa è articolata e di largo respiro: c’è il sito internet che informa di tutte le iniziative, un video evocativo che invita all’azione, un hashtag (#TravelEnjoyRespect) che mira a creare community, e un elenco pratico di consigli per i viaggiatori.
In particolare, i Suggerimenti per Viaggiatori Responsabili (“The Tips for a Responsible Traveller”) sono stati redatti dal Comitato Mondiale sull’Etica del Turismo e sono basati sul Codice Globale dell’Etica del Turismo delle Nazioni Unite. Per quanto legalmente non vincolante, si tratta di un punto di riferimento fondamentale per implementare la sostenibilità del settore turistico. Adottato nel 1999 dall’Assemblea Generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, è stato riconosciuto due anni dopo dall’Assemblea Generale dell’ONU. Ecco, qui di seguito, le raccomandazioni per tradurre il viaggiare sostenibile in fatti.
− rendere onore alle popolazioni locali: informandosi su usi, tradizioni, condizioni sociali per rispettarli al meglio;
− proteggere l’ambiente: riducendo il proprio impatto, adeguandosi alle norme che preservano ecosistemi e aree verdi, non acquistando souvenir ricavati da specie a rischio;
− supportare le economie locali con i propri acquisti;
− essere viaggiatori informati e rispettosi delle leggi e delle norme, contribuendo poi, con la propria esperienza, a diffondere conoscenza sui Paesi visitati.

Il messaggio principale della campagna è ben riassunto nelle parole del Segretario Generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo Taleb Rifai: “Quando viaggi, ovunque viaggi, ricorda di: rispettare la natura, rispettare la cultura e rispettare le popolazioni ospitanti. Puoi essere il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. Puoi essere ambasciatore di un futuro migliore. Viaggia, goditi il viaggio e rispetta”.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!