Olanda, addio alle auto a benzina e gasolio. Stiamo guardando il nostro futuro?

Primo Sì del Parlamento olandese per il divieto alla vendita di auto a diesel e benzina entro il 2020. Il Paese punta entro il 2050 alla sola commercializzazione di veicoli elettrici. Non senza qualche contraddizione interna…

Primo Sì del Parlamento olandese per il divieto alla vendita di auto a diesel e benzina entro il 2020. Il Paese punta entro il 2050 alla sola commercializzazione di veicoli elettrici. Non senza qualche contraddizione interna…

Le macchine a benzina e a gasolio? Sono solo un rimasuglio del passato. Forse non è la percezione che si ha in Italia, ma le cose sembrano stare così in Olanda, dove il Parlamento ha intrapreso una strada coraggiosa e non priva di ambizione: vietare la vendita di veicoli a benzina e diesel a partire dal 2025.

L’argomento è stato fortemente dibattuto e questa prima approvazione è stata accompagnata da un’accesa discussione. L’iniziativa è stata promossa dal partito Laburista PvdA, con il supporto dei Liberal Democratic D66, dei verdi GroenLinks e del partito ChristenUnie. Decisa, invece, l’opposizione della Destra VVD, la quale tuttavia non è riuscita a fermare quella che si configura come una decisione storica per l’Olanda.

L’intenzione, del resto, già era stata palesata attraverso la fondazione della “Zero-Emission Vehicle Alliance”, alla quale hanno aderito Germania, Regno Unito, Norvegia e alcuni stati degli Usa. Scopo dell’alleanza è quello di arrivare alla sola vendita e distribuzione di automobili ad emissioni zero entro il 2050.

In quanto al trasporto sostenibile, insomma, i Paesi Bassi sembrano puntare dritti alla meta senza compromessi: la decisione di vietare la vendita di veicoli a benzina e gasolio arriva a pochi mesi dall’annuncio di una rete ferroviaria interamente alimentata ad energia eolica. Una soluzione che permetterebbe di ridurre le emissioni dei trasporti ferroviari del 20%.

L’Olanda, insomma, è il Paradiso della sostenibilità che queste notizie sembrano affermare? In realtà, le contraddizioni non mancano: abbiamo avuto modo di verificarlo con il recente studio della Netherland Statistics che ha messo in luce le difficoltà dei Paesi Bassi nell’uso di energia derivante da fonti rinnovabili . Il Paese si è attestato terzultimo in Europa nel raggiungimento degli obiettivi fissati per il 2020.

Indietro dal punto di vista delle rinnovabili, l’Olanda potrebbe invece offrire uno sguardo verso il futuro in tema di auto elettriche: l’abbandono dei veicoli a benzina o gasolio in favore delle fonti rinnovabili è una direzione verso la quale tutto il mondo si sta muovendo. Secondo una recente indagine pubblicata da Bloomberg New Energy Finance, entro il 2040 le auto elettriche passeranno dall’attuale 1% del mercato al 35%.

Anche il prezzo le renderà più appetibili e più alla portata di tutti: le batterie al litio hanno, oggi, un costo inferiore del 65% rispetto a sei anni fa ed è destinato a scendere ulteriormente nei prossimi anni. L’Olanda ci sta mostrando il nostro futuro?

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!