Nonsoloambiente racconta il lato sostenibile di Marca2016


Si è tenuta a Bologna la dodicesima edizione di Marca, l’unica Mostra-Convegno dedicata al mondo della Marca Commerciale (MDD) in Italia. Nonsoloambiente ha deciso di andare a visitarla, incuriosita dalla grande enfasi posta dagli organizzatori sul concetto di sostenibilità.

Si è tenuta a Bologna la dodicesima edizione di Marca, l’unica Mostra-Convegno dedicata al mondo della Marca Commerciale (MDD) in Italia. Nonsoloambiente ha deciso di andare a visitarla, incuriosita dalla grande enfasi posta dagli organizzatori sul concetto di sostenibilità.

Abbiamo preso parte al convegno inaugurale dal titolo “Marca del distributore e sostenibilità: nuovo impegno per il consumatore”. Molti gli spunti interessanti scaturiti soprattutto dalla tavola rotonda finale; abbiamo deciso quindi di avvicinare alcuni dei relatori.

Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab, ha tratteggiato un affresco sociologico sostenendo che non siamo in un’epoca di cambiamenti bensì in un cambiamento d’epoca dove la MDD sembra acquisire una posizione di apripista facendo propri i nuovi paradigmi del futuro come: la vicinanza al territorio o la possibilità di essere garanti di una nuova catena del valore, indissolubilmente legata a una speculare catena della fiducia che coinvolge clienti e fornitori.

Massimo Viviani, Direttore Generale di Federdistribuzione, ha rivendicato il ruolo sociale della Grande Distribuzione Organizzata nella misura in cui questa rende disponibili prodotti di elevata qualità, sicuri e convenienti su tutto il territorio nazionale. La MDD deve però fare uno scatto ulteriore verso la sostenibilità focalizzando la propria attenzione sui rapporti di filiera e facendo divenire il concetto stesso di sostenibilità un carattere fondante della propria proposta di valore.

Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori, ha stimolato le insegne a rendersi protagoniste con la propria MDD di una nuova comunicazione “formativa” nei confronti dei consumatori, dimostrandosi spiccatamente sensibili ai temi della provenienza delle materie prime, dell’indicazione dello stabilimento di produzione e di una maggiore trasparenza sulle etichette.

Al termine del convegno abbiamo effettuato una visita ai padiglioni e abbiamo notato e deciso di segnalare un best practice davvero interessante: Luca Zocca, Marketing Manager di Pedon SpA, ci ha raccontato il Progetto Save the Waste, che rappresenta un notevole esempio di cosa significhi oggi l’economia circolare.

Al termine della rassegna possiamo esprimere un giudizio sintetico sulla consapevolezza degli operatori che esponevano riguardo il tema della sostenibilità: ci pare che in molti risieda ancora una visione parziale e frammentaria che si esprime in dichiarazioni e azioni davvero poco consistenti. In tal senso è significativo un dato emerso dalla ricerca condotta per conto di ADM da Guido Cristini – Professore di Marketing all’Università di Parma – che evidenzia come sia i retailer sia i consumatori, nella valutazione della MDD, non attribuiscano ancora al driver della sostenibilità un ruolo primario. Ci ritornano in mente allora le parole di Massimiliano Dona che auspica una rinnovata stagione educativa su questo tema. Auspicio che ci sentiamo pienamente di condividere.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!